Eventi

L'incontro - parliamo di accoglienz

Da Domenica   18/06/2017


Ingresso: 10€ con tessera Arci 

Arci Scuotivento Monza, Africa'70 e APS Bonsai Monza continuano il percorso di teatro dell'oppresso, con un evento legato al Milano TdO Festival 2017 - far emergere l'invisibile che si svolgerà nel mese di ottobre.

Quale miglior strumento del teatro per riconoscere le maschere che quotidianamente indossiamo? Indagheremo la tematica dell'incontro attraverso le tecniche di teatro dell'oppresso.
Ci concentreremo poi sull'accoglienza nell'ambito delle migrazioni, il tutto attraverso tecniche di teatro dell'oppresso che siano da stimolo al confronto.

***LA GIORNATA***

15.00-19.00 Laboratorio di Teatro dell'Oppresso condotto da Cristina Ceruti
(costo 10 euro + tessera arci. Iscrizioni entro il 15/6 scrivendo a eas@africa70.org)

19.00-20-30 Aperitivo conviviale

dalle 20.30
Spunti di teatro immagine dal laboratorio pomeridiano
Tavola rotonda sul tema dell'accoglienza

***IL TEATRO DELL'OPPRESSO***
Il Teatro dell’Oppresso è un metodo teatrale elaborato da Augusto Boal negli anni Sessanta in Brasile, che usa il teatro come mezzo di conoscenza e come linguaggio, come mezzo di trasformazione della realtà personale, relazionale e sociale. E' un teatro che rende attivo il pubblico e porta gli "spett-attori" a esplorare, mettere in scena, analizzare e trasformare la realtà che essi stessi vivono.

***LA CONDUTTRICE***
Cristina Ceruti collabora dal 2008 con Movimento Africa '70, conducendo laboratori di educazione alla cittadinanza globale e occupandosi della progettazione e realizzazione di interventi educativi e sociali. Dal 2010 si forma e pratica il Teatro dell'Oppresso, seguendo formazioni in Italia e all'estero. Dal 2013 conduce laboratori di teatro sociale e di Teatro dell'Oppresso, collaborando con associazioni teatrali, scuole e realtà sociali. Dal 2017 è socia della Cooperativa Giolli (Centro di ricerca di sperimentazione teatrale sul teatro dell'oppresso e la pedagogia degli oppressi).

***LA TAVOLA ROTONDA***
Interverranno associazioni ed enti che si occupano di accoglienza in Brianza.


ingresso con tessera Arci